Natale2016

Ogni pezzo di un albero di Natale racconta una storia, ma solo per chi sa osservare. E a volte sono gli occhi più inaspettati che colgono quel dettaglio che fa iniziare il racconto. 

Come quest’anno che stavo addobbando casa ed è venuto a trovarci mio nonno, uomo rude e poco propenso alle chiacchiere.Mentre beveva il caffè, io ero ad armeggiare con i pacchi dove teniamo le decorazioni, togliendole dai loro involucri per poi appenderle. A un certo punto tiro fuori una scatolina dove teniamo delle campanelle fatte di legno e nonno inizia a fissarle; passato un po’ di tempo mi guarda e mi dice: “ti sei persa una campanella per strada”. A quel punto interviene mia mamma e dice che è un bel po’ che l’ho persa e, sorridendo, va in cucina.

Io e il nonno ci guardiamo negli occhi e io, con sguardo colpevole, ammetto il mio crimine perché ricordo molto bene come mai le mie campanelle sono cinque invece di sei. 

“Chissà perché ti danno sempre la colpa”

“Perché sono quella che perde le chiavi in un tombino e che perderebbe anche la testa se non l’avesse attaccata al collo”

“Dai su, racconta un po’ com’è andata questa volta…”

E, sedutami vicino a mio nonno, ho iniziato a raccontare la storia della Campanella mancante ed è stato allora che ho capito una cosa importante: amare qualcuno è interessarsi delle sue storie e delle sue cose, anche le più piccole e anche se, in fondo in fondo, non ci interessa, perché nulla vale più di vedere lo sguardo interessato e colmo d’amore della persona che ti ascolta e il sorriso di chi racconta.

Che questo Natale sia per voi pieno di storie da ascoltare e raccontare.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...